Preparazione: 1h + 30 minuti di cottura

Difficoltà:

arancini di riso

Gli arancini di riso sono dei piccoli timballi che si possono servire sia come antipasto che come primo piatto. Stuzzicano l’appetito anche accompagnando un aperitivo.

A seconda della regione in cui li mangiamo variano per forma e dimensione, ma nella versione classica sono tondi e dorati come le arance.

Ingredienti per 6 persone:

Per il ripieno:

  • 50 grammi di cipolle
  • 40 grammi di olio extravergine di oliva
  • 150 grammi di carne di manzo tritata
  • 200 grammi di polpa di pomodoro
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • 100 grammi di piselli surgelati
  • 3 bocconcini di mozzarella
  • Sale e pepe q.b.

Per il riso:

  • 500 grammi di riso
  • 70 grammi di burro morbido
  • 100 grammi di parmigiano grattugiato
  • 3 uova intere

Per friggere:

  • 3 uova
  • Pangrattato q.b.
  • Olio per friggere

Preparazione:

Preparare il ripieno:

_ Fare un ragù facendo soffriggere la cipolla tritata con l’olio extravergine di oliva.

_ Unire la carne tritata e rosolare per qualche minuto.

_ Aggiungere la polpa dei pomodori e il concentrato di pomodoro, sale, pepe e cuocere per una mezz’ora circa.

_ Unire i piselli congelati e continuare la cottura per altri 10 minuti. Finita la cottura mettere da parte.

Preparare il riso:

_ Portare a bollore l’acqua in una pentola capiente e aggiungere il riso e lo zafferano. Far cuocere per 12 minuti.

_ A fine cottura, scolare il riso e versarlo in una pirofila; condirlo con il burro, parmigiano e le uova, amalgamare bene e lasciare raffreddare.

_ Formare gli arancini. Mettere nel palmo della mano due cucchiaiate di riso, schiacciarlo tenendo la mano a cucchiaio, formare un incavo al centro e riempirlo con un poco di ragù e qualche pezzetto di mozzarella.

_ Richiudere con altro riso e arrotolare fra le mani formando degli arancini grandi come palline da tennis.

_ Passare gli arancini prima nelle uova sbattute e poi nel pangrattato.

_ Friggerli in olio bollente, pochi per volta. Una volta cotti, servirli subito.

Curiosità

L’origine degli arancini di riso è legata alla tradizione gastronomica che sapeva riutilizzare gli avanzi con esperienza e fantasia, dando vita a veri e propri capolavori di cucina.

3 Comments

  1. Ermanno scrive:

    Semplicemente spettacolari!! :-)
    Farò presente la ricetta a mia moglie per una domenica ESAGERATA :-)
    Grazie e buona giornata

  2. Tiziana scrive:

    Ciao Ermanno!
    credo proprio che tua moglie li cucinerebbe se glielo chiedessi! :)
    Buona giornata anche a te!

  3. Rosa scrive:

    L’origine delle ARANCINE e non arancini, come erroneamente alcuni programmi televisivi hanno fatto meglio conoscere, è araba. Gli arabi dominarono in Sicilia per due secoli, creando quel meraviglioso connubio che è alla base della grande cucina di tradizione isolana. Le arancine erano la soluzione ideale per chi, pur restando a cavallo, desiderava consumare un pranzo veloce. La frittura rendeva meno deteriorabile il ripieno e i cavalieri arabi, sotto il sole implacabile siciliano, usavano portare in piccole bisacce appese alla sella, quello che oggi potremmo chiamare fast-food.
    Da siciliana, non metterei mai mozzarella all’interno, ma tuma o caciocavallo fresco. Così sono molto più buone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *