Champagne e Spumante
Notte di Capodanno: Come Scegliere Spumante e Champagne
28 dicembre 2010
Steam Roster by Compeixalaigua
Design in Cucina: Steam Roaster, la Ciotola Multiuso in Silicone
30 dicembre 2010
Mostra tutto
Bicchieri di champagne

Hai trovato lo champagne o lo spumante perfetto per la notte di Capodanno? Allora è arrivato il momento di scegliere i bicchieri giusti per contenere questo alcolico ricco di bollicine con il quale accoglierai l’anno nuovo.

Scegliere i bicchieri migliori per lo champagne e lo spumante non è solo una questione di stile: il bicchiere giusto, infatti, è in grado di esaltare le caratteristiche del vino grazie alla sua forma. Tutto si basa a seconda dell’annata e delle caratteristiche dell’alcolico scelto – ecco alcuni consigli per trovare i bicchieri ottimali per il brindisi di mezzanotte!

Il Bicchiere Flûte

Il bicchiere flûte ha un gambo sottile e di forma allungata per il quale va afferrato, in modo da non scaldare l’alcolico al suo interno. Questo tipo di bicchiere è generalmente utilizzato per la degustazione di spumanti  giovani e champagne non millesimati.

La flûte è inoltre particolarmente adatta per champagne o spumante secchi e ben frizzanti, poiché aiuta l’effervescenza delle bollicine grazie alla sua forma allungata e alla piccola apertura, che concentra gli aromi e gli odori del vino.

Il Calice

Il calice è un bicchiere dal gambo sottile, chiamato stelo, e dalla forma a tulipano chiuso. Il calice è più largo nella parte inferiore e più stretto nella parte superiore, e la sua pancia può variare da modello a modello. La sua forma è appositamente studiata per degustare olfattivamente il vino, infatti gli aromi si liberano nella parte più larga e vengono convogliati verso l’alto grazie alla stretta apertura.

Il calice è quindi perfetto per champagne millesimati e spumanti d’annata: le bollicine non vengono disperse, e l’assaggio del vino si trasforma in un’esperienza armonica e a tutto tondo, dove è possibile annusare il suo profumo e degustarne appieno il sapore intenso e frizzante. Se scegli il calice, ricorda che è essenziale riempirlo solo fino al punto in cui la pancia è più larga: in questo modo la superficie del vino a contatto con l’aria è particolarmente ampia.

La Coppa

La tradizionale coppa da champagne è ampia e allargata, poco profonda poiché la larghezza è maggiore rispetto all’altezza. La coppa da champagne, tanto amata in passato ma più snobbata ai giorni nostri, è adatta a champagne e spumanti prevalentemente dolci: permette infatti alle bollicine di salire in superficie, disperdendo quindi il frizzante e diluendo gli aromi del vino.

Hai optato per la coppa? Riempila fino al bordo o quasi, facendo attenzione a non far uscire il vino, ed evita di agitare il contenuto del bicchiere come i migliori sommelier: questo causerebbe soltanto la fuoriuscita della bevanda.

Come Impugnare i Bicchieri per Champagne e Spumante

Flûte, calice e coppa vanno tenuti per lo stelo, facendo in modo di non toccare il bicchiere con la mano – il calore della pelle, infatti, andrebbe ad intaccare la temperatura ottimale del vino e il suo stesso odore.

Qual è l’impugnatura consigliata, quindi? I sommelier consigliano di mettere il dito medio sotto alla base del bicchiere, il dito indice sopra la base e attorno allo stelo, con il pollice che aiuta a mantenere la stabilità.

[Spunti]

1 Comment

  1. giovanni scrive:

    Mi han regalato bicchieri di cristallo allungati con stelo molto belli ma allargati in alto purtroppo per lo spumantino no…?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *