Il ragù alla bolognese è un ragù di carne molto gustoso, a base di trito di carne e pomodoro, originario della tradizione bolognese. Solitamente associato alle tagliatelle all’uovo, il ragù alla bolognese è ottimo anche con gli spaghetti.

Vuoi cucinare gli spaghetti al ragù per un pranzo all’insegna della tradizione italiana? Ecco la ricetta che fa per te, con i segreti per realizzare un ragù da leccarsi i baffi e per gustare gli spaghetti al ragù tradizionali.

Ingredienti per 4 persone:

Per il ragù

  • 300 grammi di polpa di manzo
  • 100 grammi di pancetta di maiale dolce
  • ½ bicchiere di vino rosso (sangiovese secco)
  • 1 bicchiere di brodo di carne
  • 5 cucchiai di salsa di pomodoro (triplo o doppio concentrato)
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • olio extravergine di oliva
  • pepe q.b.
  • sale q.b.

Per la pasta

  • 400 grammi di spaghetti
  • olio extravergine di oliva
  • sale grosso

Procedimento:

_Iniziamo con la preparazione del ragù alla bolognese. Per prima cosa lava la carota e il sedano, poi sbuccia la cipolla e affetta finemente le verdure.

_In seguito prendi una casseruola dai bordi abbastanza alti e fai scaldare un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Quando l’olio è ben caldo fai soffriggere le verdure, poi aggiungi il trito di pancetta.

_Successivamente aggiungi la polpa di manzo tritata e fai rosolare il tutto per una decina di minuti. Poi versa il vino nella preparazione, fai evaporare e mescola bene.

_Quando il vino sarà completamente evaporato, aggiungi la salsa di pomodoro e il brodo di carne e continua a mescolare. Regola di sale e pepe e fai cuocere a fuoco basso per circa due ore, mescolando ogni tanto.

_Il ragù è pronto! Ora cuoci gli spaghetti: in una pentola versa abbondante acqua e aggiungi un pugno di sale, poi porta l’acqua a bollore e versa nella pentola gli spaghetti. Dopo averli fatti cuocere per il tempo di cottura indicato sulla confezione,  scolali al dente e condiscili con il ragù da te realizzato. Termina con un po’ di parmigiano grattugiato e una foglia di basilico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *