Baguette con Formaggio
L’Angolo di Poldo: Baguette allo Stracchino, Olive Nere e Curry
12 ottobre 2009
Cocktail Alexander
Cocktail Alexander con Cacao Bianco e Panna
14 ottobre 2009
Mostra tutto

Cucina Giapponese: Come Preparare lo Zenzero Gari per il Sushi

Zenzero Gari per Sushi

Zenzero Gari per Sushi

Vi ricordate lo zenzero Gari? Ve ne ho parlato in un nostro precedente appuntamento con la cucina giapponese e le dritte per cucinare un sushi a regola d’arte.

Lo zenzero Gari accompagna il sushi e si presenta sotto forma di sottili fettine da gustare con il riso e il pesce crudo; viene preparato con una soluzione di aceto, acqua e zucchero ed ha un gusto molto particolare. In commercio è difficile trovarlo, inoltre è anche molto costoso: ecco quindi come preparare lo zenzero Gari a casa, con poca spesa!

Ingredienti:

  • 150g di zenzero fresco
  • 100 ml di aceto
  • 25 ml acqua
  • 20 grammi di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale

Procedimento:

_Sbucciate lo zenzero fresco, tagliatelo a fettine sottili e poi salatelo con un pizzico di sale. In seguito immergetelo in un contenitore pieno d’acqua e lasciatelo a bagno per una notte, in modo da far ammorbidire le fettine.

_Il giorno dopo scottatelo in una padella antiaderente senza condimento per 50-60 secondi circa, poi sciacquatelo sotto acqua corrente e scottatelo nuovamente per 50-60 secondi. In seguito scolatelo senza sciacquarlo e lasciatelo riposare nel colino.

_Nel frattempo, mettete l’acqua, l’aceto, lo zucchero e il sale in una terrina a fuoco basso e fate sciogliere lo zucchero mescolando con cura. Ora inserite lo zenzero in un barattolo a chiusura ermetica e poi versateci sopra lo sciroppo di aceto, acqua e zucchero appena preparato fino a coprire completamente lo zenzero.

_Chiudete bene il barattolo, capovolgetelo e fate raffreddare completamente la preparazione. Al momento dell’uso, tirate fuori alcune fettine di zenzero, fatele scolare un poco e poi disponetele accanto al sushi.

[Immagine]

5 Comments

  1. Aurelio scrive:

    io questo preparato lo conoscevo come shoga in ogni caso la ricetta la proverò e vi farò sapere, grazie per l’aiuto

  2. Alice scrive:

    Grazie a te, Aurelio; facci sapere :)

  3. Renato scrive:

    Interessante, mi piacerebbe integrare la cucina tradizionale a quella orientale

  4. Isabel scrive:

    CIao a tutti, vorrei sapere per quanto si puo conservare in frigo

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *